QUALITA' AFFIDABILITA'
PROFESSIONALITA'

Impegno verso i Cittadini e Codice Etico

IL PRINCIPIO DELL’UGUAGLIANZA E DEL RISPETTO
L’articolo 3 della Costituzione Italiana, sancisce il diritto inalienabile dell’eguaglianza dei cittadini e della pari dignità sociale, al di là della razza, della confessione religiosa, della ideologia politica, delle condizioni personali e sociali ma, è al comma 2° che è evidenziata la necessità di un trattamento differenziato degli utenti, teso a ripristinare, a partire dalla peculiarità della condizione della persona stessa, la sua eguaglianza di fatto con gli altri cittadini.
All’interno della nostra realtà questo principio si configura come eguale considerazione e rispetto per la singola persona, che non significa, però, uniformità degli interventi.
Ogni attività, intervento o prestazione, pertanto, deve essere pensata, decisa e costruita in considerazione dell’UNICITA’ di ciascuna persona.
La personalizzazione dell’intervento diventa, quindi, principio fondamentale dell’agire quotidiano di tutti gli operatori in servizio.

IL PRINCIPIO DELL’IMPARZIALITÀ E OBIETTIVITA’
Tutto il personale in servizio all’interno della Cooperativa Insieme si può deve operare con imparzialità ed obiettività, al fine di garantire appropriatezza e adeguatezza all’assistenza erogata.
Il servizio di assistenza è garantito 24 ore su 24 in modo da assicurarne la continuità.
Per ogni utente è previsto un piano di assistenza personalizzato con precisi momenti di verifica al fine di garantire rispondenza e continuità delle prestazioni.
Ogni intervento è preliminarmente analizzato e sottoposto a periodici momenti di verifica che possono portare ad una sospensione dell’intervento (se l’obiettivo è stato raggiunto), ad un ulteriore prolungamento, o alla definizione di una nuova strategia.

IL DIRITTO DI SCELTA
Ogni persona, a qualunque punto del decorso della sua inabilità o malattia, ha diritto a veder riconosciuta e promossa la propria autonomia.
Con questo termine si vuole porre in rilievo il concetto di “spazio di autodeterminazione” e “auto decisione” all’interno di una relazione tra persona in condizione di bisogno e servizi erogati.
Per ogni persona, infatti, si lavora favorendo la sua decisione nelle scelte della vita quotidiana.
Per coloro che sono deteriorati cognitivamente si da molta importanza alla comunicazione non verbale che crea in ogni modo una relazione tra la persona in stato di bisogno e colui che lo assiste.

IL PRINCIPIO DI PARTECIPAZIONE
La persona è sempre il protagonista, l’attore principale del servizio erogato, e non solamente il destinatario di un’azione o intervento.
Nel procedere nei termini sopra descritti, l’utente:
• Ha diritto di accesso a tutte le informazioni che lo riguardano;
• Ha la garanzia del diritto alla privacy nel rispetto della legge 196/03 e successive modificazioni;
• Può verbalmente o per iscritto inoltrare osservazioni o reclami secondo le modalità previste;

IL PRINCIPIO DI EFFICACIA E DI EFFICIENZA
Sia il criterio di EFFICACIA (verificare se gli obiettivi sono stati raggiunti) che di EFFICIENZA (il miglior utilizzo delle risorse per raggiungere gli obiettivi) sono intrinseci nelle attività e nell’organizzazione dei servizi erogati dalla Cooperativa Insieme si può. L’attuale struttura organizzativa ha come obiettivo l’innalzamento del livello di qualità delle prestazioni sociosanitarie e assistenziali attualmente erogate.